Smaltimento Amianto Servizi ambientali Egea





Censimento delle abitazioni in Italia


Le unità immobiliari in Italia che hanno oltre 40 anni, edificate prima del 1973, sono 11,6 milioni pari al 36,60%, con picchi del 42% nelle grandi città. E' palese che questi edifici necessitano di interventi di manutenzione che vengono fatti di solito parzialmente quando una unità dell'immobile è venduta e il nuovo proprietario mette in conto interventi anche importanti di ristrutturazione, ma non ci sono interventi sul palazzo e qui entriamo subito nei dati dolenti: un immobile che supera i 30 anni di età in un anno consuma mediamente dai 180 ai 200 kwh al mq in più confronto ad una abitazione di classe B che arriva a consumare in media tra i 30 ed i 40kwh/mq anno. Spreco enorme di energia che dipende dalla frammentazione della proprietà edilizia, pochi infatti i palazzi posseduti da uniproprietari.

Abbiamo dei dati relativi alla materia della Società Immobiliare.it che ha portato a termine questa indagine rilevando:

Abitazioni in Italia
Precedenti al 1970 11.600.000  36,60%
Tra il 1971 e 1977 6.900.000   21,80%
Tra il 1978 e 2000 8.700.000   27,40%
Dopo il 2001 4.500.000   24,20%
L'indagine arriva al 2013 100%


Ora portiamo i dati in percentuale delle abitazioni edificate prima dell'anno 1970 suddivisi per Regione:

Sicilia 38,30%
Calabria 38,20%
Puglia 37,00%
Basilicata 39,30%
Campania 38,30%
Molise 37,20%
Umbria 37,10%
Lazio 37,00%
Abruzzo 38,30%
Marche 38,20%
Toscana 36,20%
Emilia-Romagna 34,30%
Liguria 33,10%
Piemonte 34,20%
Valle d'Aosta 32,10%
Lombardia 33,10%
Veneto 34,00%
Trentino-Alto_Adige 31,30%
Friuli-Venezia Giulia 31,20%


A livello regionale è la Basilicata a contare il numero maggiore di abitazioni obsolete, ma tutto il sud d'Italia presenta un quadro altamente degradato. Dati meno allarmanti dal nord del Paese, dove troviamo Lombardia e Liguria con il 33,10% di abitazioni edificate prima del 1970, ed il Friuli Venezia Giulia con il 31,20%.

Attingendo ancora dall'indagine L'Immobiliare.it rileviamo dati sempre preoccupanti per città capoluogo di regione, peggiori al sud d'Italia, sono indicate le differenze di valutazione degli immobili edificati sino al 1970 a confronto con quelle erette dopo il 2000.



Regione Città Imm,Precedenti 1970 Diff. Prezzo vendita
Sicilia Palermo 41.30% -23,40%
Calabria Catanzaro 40,70% -23,90%
Basilicata Potenza 42,00% -23,00%
Lazio Roma 39,30% -24,30%
Sardegna Cagliari 35,10% -24,40%
Toscana Firenze 39,00% -23,90%
Emilia-Romagna Bologna 35,10% -25,30%
Liguria Genova 38,10% -27,10%
Lombardia Milano 33,50% -27,40%
Piemonte Torino 34,50% -29,50%


La differenza di valore tra il 1970 e il 2000 può essere considerata valida anche per l'immobile singolo restaurato con opere murarie, con interventi per il risparmio energetico e bonifica amianto. Studi di settore hanno rilevato che immobili di oltre 40 anni non ristrutturati hanno valutazioni mediamente inferiori del 25%.

Sugli immobili edificati prima degli anni 80 entra in gioco nella stima anche la presenza di amianto sino ad allora usato per le sue qualità di facile adattamento, economicità, alta protezione, peso limitato e durata, per cui anche la bonifica amianto rientra in quegli interventi che aumentano il valore dell'immobile costruito in quegli anni.

Altra considerazione da tenere nel giusto conto è il vantaggio che si ottiene con la manutenzione e la ristrutturazione degli edifici vecchi nei centri storici per ridurre il consumo del suolo, il fabbisogno energetico e la necessità di costruire nuove infrastrutture per la mobilità e centri per i servizi sociali.

In Egea si occupa del settore il geometra Andrea Giachino a capo dell'Ufficio tecnico per consigliare gli interventi possibili e ottimali nelle vostre proprietà immobiliari. La consulenza della prima visita per il controllo dello stato e la relazione tecnica sono gratuiti.


 
 
GRUPPO EGEA SCARL - Via Antonio Cecchi 38 rosso , 16129 - Genova (GE) - tel: 010 2518746 fax: 010 8607248
P.Iva 02325220990